Le mamme son tutte diverse: sotto-target e limbic map per family hotel

Albergatore: “Ho pianificato la comunicazione family. Le ho tutte in pugno queste mamme!”

Consulente: “Bene, quali sotto-target hai considerato?”

Albergatore: “Sottoche? Il family è un target!”
Consulente: “Uno solo? Da quando le mamme sono tutte uguali?”

Quando, qualche anno fa, qualcuno mi aprì la porta del mondo delle limbic maps, sono stata curiosa di approfondire l’argomento.
Vengono usate in tutti i settori merceologici nell’ambito degli studi del posizionamento di un prodotto sul mercato.
L’esercizio più divertente è provare a posizionare noi stessi in questa griglia in base al nostro temperamento, ai desideri e agli istinti.
Una volta che abbiamo trovato il nostro punto all’interno della mappa, ci è chiaro come le multinazionali sappiano se compreremo il loro prodotto o quello della concorrenza.
Le aziende poi fanno delle scelte: si specializzano su un target specifico, quello su cui hanno il miglior grip, oppure inventano un prodotto che affianchi quello di punta ma con caratteristiche tali da raccogliere anche altri sotto-target.

Per esempio qui sopra puoi vedere il posizionamento di marchi automobilistici sulla limbic map.


Perché scrivo di questo argomento? Perché anche nel nostro settore, il family hotel, non dovremmo mai dimenticare di usare questa mappa dei valori del genere umano.

Mi spiego meglio, partendo dalle 3 tipologie di mamma di cui ho già parlato qui:

Mamma Tipo 1, ricordi?  Quella ansiosa, stanca, che cerca riposo per sé e sicurezza per i figli.

Riprendendo le parole chiave che avevo individuato per descrivere questa mamma

Sicurezza-Tranquillità-Salute-Controllo-Riposo

se penso a lei, la posizionerei come segue:

Limbic map mamma tipo 1

Se ne deduce che se ci rivolgiamo a questo sotto-target quando scriviamo un testo per il sito, per una landingpage o per un’offerta, per colpirlo non possiamo esimerci dal tenere presente quali valori sono importanti per questa persona che è il destinatario della nostra comunicazione.

Diciamo che per esempio tu voglia usare la limbic map qui sopra per comporre un’offerta.

Scelta della foto

Cerca nei tuoi archivi una foto che ritragga il miniclub interno con  bimbi che giocano o disegnano tranquilli seduti ad un tavolino sotto lo sguardo attento e amorevole di un’animatrice con la divisa perfettamente in ordine e l’aspetto che ispira fiducia.

Elementi del testo

Enfatizza quanto in hotel siate attenti all’igiene perfetta, neanche fosse una sala operatoria, punta l’accento sulla sicurezza degli spazi, sul verde che circonda la struttura, sull’insonorizzazione delle camere.

Non dimenticare di specificare che le materie prime con cui il tuo chef prepara le pietanze ai pargoli sono bio o km zero, che hai una farmacia pediatrica in casa e che il pediatra è sempre a disposizione a chiamata.

Utilissimo nell’ambito mamma tipo 1 specificare in cosa consiste la dotazione di attrezzatura baby che fornisci. Il messaggio sarebbe tipo “Stai tranquilla mamma in preda all’ansia da prestazione pre-vacanza, non stai partendo per le steppe della Mongolia! Se dimentichi qualcosa a casa, noi ce l’abbiamo!”

E la mamma Tipo 2 dove la mettiamo?

Limbic map mamma tipo 2

Questo tipo di mamma è spesso altospendente. Lavora molto ed in vacanza cerca relax, coccole e piccoli/grandi lussi, ma anche condivisione delle esperienze con i figli..

Il tempo non vacanziero normalmente speso con i figli è poco ma vuole che sia di qualità.

Si tratta di una persona molto presente sui social, attenta allo stile, alla moda, alle tendenze. Non mi stupirei se scegliesse sia la destinazione che la struttura in base a quanto questa sia instagrammabile.

Riprendo anche qui le parole chiave che identificano questo tipo di mamma per comporre un’offerta.

Lusso-Status-Appartenenza-Esclusività-Riconoscimento

Scelta della foto

Scartabellando nel tuo cloud o del tuo hard disk, vai alla ricerca di un’immagine che ritragga mamma e figlia nella SPA, entrambe in accappatoio ovviamente brandizzzato, o la famiglia in aperitivo time nel chiringuito in spiaggia, servita dal tuo esoticissimo barman portoricano.

Vanno bene anche la tua terrazza panoramica effetto WOW, la tua suite con doppio ambiente e doppi servizi, il tuo corso di yoga nel parco con istruttrice formata in India.

Non usare mai foto con folle di corpi pressati come sardine sulla spiaggia, evita anche gli ombrelloni dall’alto, posizionati così vicini fra loro che non si vede un granello di sabbia, stile Rimini anni ’90.

Elementi del testo

Punta sul concetto di esclusivo, per pochi!

Racconta di corsi di equitazione o vela per bambini e di SPA riservate. Evidenzia eventuali ambassador o referenze, influencers di grido che hanno alloggiato da te o eventi cult che hai ospitato.

Il testo deve trasudare di eccellenza nel servizio, di comodità, discrezione e lusso specialmente se il tuo hotel NON è in posti tipo Portofino, Capri o Porto Cervo, località che attirano a prescindere dalla struttura la persona posizionata in alto a destra nella limbic map.

E per finire, ecco dove posizionerei la mamma Tipo 3

Limbic map mamma tipo 3

In questo atlante di geografia umana, posizionerei la mamma identificata con le seguenti parole chiave

Avventura-Esperienze-Divertimento-Crescita-Stimoli-Emancipazione

in alto a sinistra come vedi sopra.

Questo tipo di mamma segue logiche completamente diverse dalle due precedenti e anche in questo caso dobbiamo tenerne conto nella redazione della nostra ipotetica offerta.

Scelta della foto

Per ottenere una prenotazione dal lei scegli un’immagine che ritragga l’escursione di trekking con arrampicata su parete, il corso di costruzione della zattera per attraversare il fiume, il volo dell’angelo da una montagna all’altra…

Elementi del testo

Il pacchetto deve prevedere attività avventurose ma anche istruttive, esperienze difficili da vivere a casa o in città.

Questa mamma difficilmente è batteriofobica, non tiene l’Amuchina gel in borsa. Ha un atteggiamento sportivo nei confronti della vita, sa che il figlio con le mani sporche non muore.

Se il bambino si fa un graffio ci stampa sopra un bacio e lo rispedisce a giocare.

Più che la dotazione nelle camere, le interessa il servizio animazione e la sua suddivisione per età.


Mi spingerei più avanti e collegherei anche un tono di voce specifico ad ognuno di questi 3 sotto-target, ma c’è materiale per un articolo dedicato, quindi…ti faccio aspettare 😉


Se hai letto fin qui ti ringrazio per la tua inspiegabile pazienza e ti dico che mi farebbe molto piacere se tu volessi condividere e commentare 😉

Se ti interessa approfondire, fammelo sapere con un commento 😉

Altro di Melissa Vitiello

Scrivere le offerte è una scienza (inesatta)

Albergatore: “Dammi una mano, ho le offerte sul sito ma non mi...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *