Le 10 regole d’oro per creare offerte family che convertono

La sezione “offerte/pacchetti” di un sito family è solitamente tra le pagine più visitate ed è anche quella che dovrebbe portare il maggior numero di conversioni. Merita, quindi, la massima attenzione. Eppure, al contrario, la tralasciamo e non la consideriamo una fonte di reddito.

Come conseguenza, pubblichiamo spesso offerte con un contenuto essenziale, sbrigativo e poco convincente, senza una progettualità ed un criterio. Perché ci interessa solo riempire la pagina, o vendere alcune camere all’ultimo momento.

Quindi la prima regola per creare offerte speciali che vendono il tuo family hotel è:

PROGETTARE

Vale a dire pianificare attentamente:

  1. A CHI ti rivolgi (le famiglie non sono tutte uguali: una famiglia numerosa avrà esigenze diverse dal genitore single con uno o più figli)
  2. COSA vuoi vendere
  3. QUANDO vuoi vendere
  4. COME possono contattarti e prenotare la tua offerta
  5. PERCHÉ dovrebbero acquistare la tua offerta

Dopo aver risposto con chiarezza a queste domande, puoi costruire la tua offerta speciale come in foto:

Vediamo le altre regole alla base di una buona offerta family:

L’IMMAGINE (punto 1)

La foto comunica tantissimo dell’offerta, non a caso l’occhio umano legge prima le immagini rispetto al testo. Devi quindi prestare attenzione alle immagini che scegli.
L’immagine deve essere coerente con il contenuto ed il target. La foto sopra fa chiaramente riferimento ad un’offerta nonni e nipoti, il contenuto non potrà, quindi, rivolgersi ai genitori con figli.
Scegliamo sempre foto veritiere in grado di permettere una immedesimazione in chi legge. Meglio quindi rivolgersi ad un professionista per realizzare un servizio fotografico, piuttosto che acquistare foto da banca immagini o, peggio, improvvisarsi fotografi.

LA CATEGORIA (punto 2)

Categorizzare è importante quando hai più offerte rivolte a target diversi (nonni e nipoti, famiglie numerose, genitore single più figli ecc.). L’obiettivo è permettere a chi legge di trovare l’offerta giusta in brevissimo tempo, selezionando subito ciò che gli interessa attraverso la categoria.

IL TITOLO (punto 3)

E’ la prima riga di testo che l’utente legge quando naviga online. Quindi prestiamo attenzione a cosa scriviamo. Un titolo efficace deve essere sintetico, semplice, chiaro, originale e corretto.

IL SOMMARIO (punto 4)

Il sommario è un breve testo (3 righe circa) che sintetizza le caratteristiche principali dell’offerta.

LA LEVA DI MARKETING (punto 5)

Siamo arrivati al motivo per cui i nostri utenti dovrebbero acquistare subito l’offerta.
Può essere il servizio esclusivo che offriamo, il numero limitato di camere, il super sconto ecc. L’importante è comunicarlo con chiarezza e metterlo ben in evidenza.

IL PREZZO (punto 6)

Un prezzo chiaro aiuta a vendere. E’ quindi importante che un prezzo ci sia (in assenza di prezzo, inconsciamente siamo portati a pensare che il costo del pacchetto sia troppo elevato per le nostre tasche). Se poi si tratta di una promozione, indichiamo anche il prezzo in origine per mettere in evidenza il risparmio.

LA CALL TO ACTION (punto 7)

Poiché il nostro obiettivo è fare in modo che gli utenti prenotino l’offerta, dobbiamo inserire un bottone per chiamare o un form da compilare in posizione ben visibile, per essere contattati. Per il bottone, scegliamo un colore che spinga all’azione.
Se utilizziamo un booking engine, ricordiamo di collegare il bottone di CTA direttamente all’offerta visualizzata. Meno click saranno necessari, più alta sarà la probabilità di conclusione positiva della prenotazione.

I PUNTI DI FORZA DELL’HOTEL (punto 8)

E’ uno spazio che mette in luce i punti di forza della struttura, ovvero che comunica i vantaggi che avremmo dall’acquisto dell’offerta. Sono sufficienti 3 o 4 punti, l’importante è che esprimano davvero dei benefici.
Se sono tanti è bene selezionarli e riportare solo quelli corrispondenti alla fascia d’età dei bambini a cui ci rivolgiamo nell’offerta.

LE CAMERE (punto 9)

Se abbiamo belle camere, spaziose, a tema, adatte ai bambini, mettiamole in evidenza, descrivendo brevemente le caratteristiche family di ciascuna. Questo elemento può fare molto la differenza nella scelta del cliente.

LE RECENSIONI (punto 10)

Le recensioni hanno un ruolo sempre più incisivo nel processo decisionale. Si tratta della cosiddetta riprova sociale, ossia dimostrano attraverso il giudizio delle famiglie che hanno toccato con mano i servizi del nostro hotel, che quello che offriamo è davvero credibile. Ne bastano 3, come nell’immagine.

Realizzare delle offerte family che convertano richiede pianificazione, strategia, impegno, conoscenza del tuo target e buone doti comunicative.

Vuoi distinguerti dalla concorrenza?

Allora rivolgiti a professionisti di settore esperti di marketing per family hotel, con cui realizzare un piano editoriale in base ai tuoi obiettivi di business e alle caratteristiche della tua struttura.

Contattaci subito ->

Scritto da
Altro di Area38

AREA FAMILY, il nuovo evento dedicato ai family hotel!

Il mercato delle famiglie è redditizio, eppure molti hotel fanno fatica a...
Leggi tutto

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *