Come utilizzano le mamme e i papà il mio sito family? ‘Spiamo’ le loro diversità con Google Analytics!

google-analytics

Ti sei mai chiesto come navigano effettivamente le pagine del tuo sito web le mamme rispetto agli altri utenti? E i papà? E quante e quali pagine visitano, da dove arrivano e come ci contattano/prenotano?

Non c’è bisogno di tanta immaginazione per capire come queste informazioni su differenti abitudini di navigazione e acquisto ti possano tornare molto utili sia per capire come migliorare e ottimizzare il tuo sito attuale, sia per modulare al meglio la strategia di advertising.

In questo articolo vedremo passo-passo come ‘spiare’ la navigazione di mamme e papà sul tuo sito per ottenere informazioni utili e correre subito al riparo in caso di criticità da correggere.

PER PRIMA COSA: CONFIGURIAMO GOOGLE ANALYTICS

google-analyticsEsistono tantissimi strumenti di web analytics che possiamo utilizzare a questo scopo, ma in questo articolo faremo riferimento a Google Analytics, il più popolare ed utilizzato oltre che gratuito. Probabilmente lo strumento che già utilizzi sul tuo sito.

Se non possiedi un account, chiedi alla tua web agency di attivarti un accesso così da poter consultare tutti i dati statistici del tuo sito.

Quindi vai alla sezione “Pubblico” -> “Dati Demografici” -> “Panoramica”

Assicurati di poter visualizzare i dati, altrimenti devi attivare il monitoraggio facendo click sul bottone “Attiva” .

google-analytics

ATTENZIONE ALLA PRIVACY!

L’attivazione di questa tipologia di monitoraggio consente di vedere solo dati aggregati e non relativi ad una singola sessione. Si tratta comunque a tutti gli effetti di una attività di profilazione, che deve essere autorizzata con consenso dell’utente per rispettare le attuali disposizioni sulla privacy e la navigazione online.
Prima di attivare questa funzionalità, assicurati quindi di essere a norma, confrontandoti con il tuo consulente di riferimento.

QUINDI? COME OSSERVO I PAPÀ? E LE MAMME?

google-analyticsDal menù precedente di Analytics avrai notato che non esiste una voce specifica “Papà” e “Mamme”. Quindi come faccio ad isolare (segmentare) questi gruppi di persone?

Prima di tutto facciamoci un’idea del numero e percentuali di Donne e Uomini che visitano il nostro sito, prendendo come riferimento un anno di attività.

Per un sito di un family hotel, è del tutto normale che il numero di donne si avvicini o superi il 60%: tendenzialmente, le donne ricercano destinazioni di viaggio con frequenza superiore agli uomini, in particolar modo per il settore family.

Nel nostro esempio, riferito alle statistiche di un Family Hotel nel nord Italia che per semplicità chiameremo “Family Hotel”, ci interessa sapere il numero o la percentuale di mamme. Per avere una stima ragionevole, possiamo utilizzare alcuni trucchi:

  1. Prima di tutto possiamo definire il nostro target di mamme togliendo quelle di età inferiore ai 25 anni (in media troppo giovani per avere figli) e quelle di età superiore ai 55 anni (se hanno figli probabilmente sono già in età adulta)
  2. Selezioniamo fra queste solo le donne che visitano pagine specifiche del nostro sito. Per esempio, se esiste una pagina ‘bambini gratis’ o una pagina/sezione “vacanza family”, possiamo assumere che venga navigata solo se c’è interesse. Se non siete genitori, entrereste mai a navigare in queste sezioni?
  3. Consideriamo anche tutte le donne che arrivano da particolari sorgenti di traffico, come per esempio i portali dedicati alle mamme
  4. Includiamo tutte le donne per le quali abbiamo fatto campagne di advertising (Facebook, Adwords, Youtube, email etc.) profilate esclusivamente sulle mamme

A questo punto otterremo un sottoinsieme che con ragionevole sicurezza possiamo etichettare come Mamme. Non saranno tutte le mamme, ma ne avremo comunque un sottoinsieme significativo. Perché non è interessante tanto quantificare le loro visite, quanto osservarle da un punto di vista qualitativo. Ecco come fare in Analytics.

Creiamo un nuovo segmento facendo click sul pulsante in alto “Nuovo segmento”

google-analytics

Nella finestra che si apre, scegliamo “donne” e le fasce d’età giuste…

google-analytics

Quindi nelle sezione condizioni tutti gli elementi che abbiamo individuato

google-analytics

Impostato il nuovo segmento, siamo pronti per rileggere le nostre statistiche limitandoci alle sessioni delle nostre mamme!

Esempio: quanto convertono le mamme rispetto agli altri utenti?

google-analytics

Oppure: da quali canali trovano il nostro sito?

google-analytics

O anche: che dispositivo utilizzano?

google-analytics

E potremmo continuare con tante informazioni utili per il marketing.

AGGIUNGIAMO SEGMENTI

A questo punto potremmo sfruttare lo stesso meccanismo per ‘osservare’ il comportamento anche di altri insiemi di persone, confrontandoli tra loro. Tipo:

  • Mamme / Papà
  • Mamme Millennial / Papà Millennial
  • Mamme straniere / Papà stranieri

IN CONCLUSIONE

Leggere i dati in maniera aggregata senza segmentarli è un esercizio a volte fuorviante. E per un family hotel, conoscere nel dettaglio percorsi e abitudini di navigazione delle mamme piuttosto che dei papà può aiutarci a migliorare significativamente la loro user experience.  Oltre che a darci la possibilità di intervenire nel caso vengano osservate anomalie significative. Anche se Analytics nel suo pannello non presenta nativamente voci demografiche già segmentate per mamme e papà, ci fornisce comunque gli strumenti per crearle, consentendoci con qualche accorgimento di raggiungere il nostro obiettivo!

Scritto da
Altro di Gianluca Tonti

VACANZA 2020: Cosa desiderano le famiglie? Sondaggio

Il dato è tratto e la stagione estiva 2020 può finalmente ricominciare!...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *