Facebook Ads: come ti catturo online la mamma Millennial!

Come trasformare una mamma Millennial in cliente? È ora di passare all’azione! Nel nostro precedente articolo sulle famiglie Millennials ti abbiamo fornito alcuni suggerimenti di carattere generale, utili a impostare una prima strategia comunicativa.

In questo articolo iniziamo a mettere le mani in pasta e vedremo con un case study come impostare una campagna su Facebook Ads efficace per questo specifico target.

Partendo da un presupposto: le mamme Millennials sono delle vere esperte social. Per questo motivo non pensare che siano lì ad aspettare proprio la tua inserzione e siano disposte a sorbirsi indiscriminatamente tutto ciò che capita a portata di clic. Se si vuole essere vincenti bisogna lavorarci su, eccome!

Vediamo dunque come è possibile definire il tuo pubblico di riferimento e che strategia comunicativa utilizzare: capire cosa funziona, è l’unico modo per aiutarti a decidere come e quanto investire nell’advertising rivolto alle mamme Millennials.

#1 Come faccio a scrivere un annuncio Facebook solo per le mamme Millennials?

E’ molto semplice. La piattaforma Facebook Ads non solo consente di geolocalizzare il tuo pubblico di riferimento, ma di personalizzarlo con precisione definendone:

  • il genere (donne)
  • l’età (dai 20 ai 35 anni)
  • lo stato genitoriale (precisando eventualmente anche le fasce d’età dei figli)

In base agli obiettivi da raggiungere, Facebook permette inoltre di arricchire questa personalizzazione aggiungendo ulteriori interessi e comportamenti all’interno della sezione Targetizzazione dettagliata, come visibile nell’immagine.

 

 

targhetizzazione fb

#2 Come scrivere un annuncio efficace per le mamme Millennials?

L’unico modo per capire quali immagini utilizzare e quali argomenti specifici usare come leva nei testi dei tuoi annunci è testare diverse strategie comunicative. Noi lo abbiamo fatto creando una serie di annunci-tipo con differenti caratteristiche:

Annuncio 1: titolo che fa leva sulla qualità delle offerte family, testo che mette in evidenza la varietà e qualità dei servizi, foto di tre bambini di 5-6 anni;

annunci fb
Annuncio 1

Annuncio 2: titolo che fa leva sull’importanza di concedersi un break dalla routine adatto a famiglie con bambini, testo che parla in modo generico dei servizi, mettendo più in evidenza l’identità della mamma, foto intima di una mamma giovane con bimbo piccolo, di 3-4 anni.

annuncio fb
Annuncio 2

Risultato: il secondo annuncio è risultato il migliore, dimostrando che le Millennials si rispecchiano più realisticamente in un’immagine che metta in luce la relazione intima ed esclusiva mamma-figlio, e che sfiori anche l’idea di un’identità e indipendenza che le madri a fatica si sono costruite. Anche lo stile comunicativo e la scelta di mettere in evidenza l’identità/unicità del target e la qualità dei servizi, si sono rivelati appropriati ed efficaci.

#3 A questo punto, possiamo dire sia efficace scrivere annunci solo per il target Millennial?

La risposta non è univoca: dipende dagli obiettivi che vuoi raggiungere.

Scrivere esclusivamente per le mamme Millennials ha senso solo se hai necessità di concentrare il tuo business su questo target specifico e un budget significativo da investire.

Fare campagne suddivise per target di età delle mamme è comunque una soluzione che, in base alla nostra esperienza, richiede un maggior investimento di tempo e la definizione di diverse strategie mirate.

Se invece vuoi raggiungere un vasto pubblico di mamme, il consiglio che ti diamo è quello di scrivere annunci efficaci per le Millennials, ma includendo in target anche le madri della generazione precedente. Questo ti consentirà di “agganciare” sia le Millennials che le mamme della Generazione X (quelle dai 35 ai 48 anni circa, per intenderci), le quali si sentono rappresentate anche da immagini e testi adatti a un pubblico Millennials. Fare il contrario, ovvero “parlare” alle mamme Gen X sperando di conquistare anche le Millennials, è una strategia che raramente funziona.

In conclusione, sulla base delle nostre esperienze di advertising ti consigliamo di:

  • profilare le mamme per fascia d’età dei figli, in base all’obiettivo dei tuoi annunci. Questa è una strategia efficace che ti consente di raggiungere solo le mamme con bambini di età più in target con la tipologia di servizio che offri. Ad esempio, se il tuo hotel non offre servizi di animazione rivolti ai teenager, dovrai preoccuparti di targetizzare solo le mamme che non hanno figli di quella fascia d’età.
  • mettere al bando le immagini standard di famiglia patinata come quella dell’annuncio 3, dalle quali più di una generazione non si sente ormai più rappresentata.
    facebook ads
    Annuncio 3

    Se famiglia deve essere, che sia almeno “raccontata” in situazioni più realistiche (annuncio 4) .

    fb ads
    Annuncio 4
Di più da Elisabetta Santandrea

Ripartire con l’animazione nei Family Hotel: 4 chiacchiere con 2 esperti

Animare e agire: partecipazione attiva, movimento, rinascita interiore. Parlare di animazione in...
Leggi tutto

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.